Loafer riciclate

Nell’ultima edizione di Micam ho scoperto un brand che ha catturato la mia attenzione. Un progetto bello per gli occhi e anche per il cuore grazie all’idea sociale da cui è stato creato.

LINKING DOTZ: start up italo-brasiliana di giovani ragazzi che hanno creato lavoro in una regione del mondo dove le difficoltà giornaliere sono davvero tante!

Una linea di loafer per uomo e per donna realizzate riciclando rifiuti domestici. Tre i modelli base, proposti in una moltitudine di colori e combinazioni: con o senza nappine, con o senza para, on o senza piping…impossibile non trovare quella più adatta a noi!
In poco tempo il brand è riuscito ad avere collaborazioni con artisti importanti, che hanno messo a disposizione la loro creatività perchè hanno apprezzato l’idea etica del marchio

E dove vengono prodotte secondo voi? Avete mai sentito parlare delle FAVELAS? Sì avete letto bene. Si tratta di un progetto che non vuole speculare, ma anzi cercare di favorire lo sviluppo di una regione in sofferenza. Anche packaging e etichette sono realizzate con avanzi di produzioni o materiali di scarto, per avere una filiera sostenibile il più possibile.

Durante il Micam ho incontrato proprio uno degli artefici di questo progetto , il quale mi ha raccontato che nel momento in cui ha compiuto 40 anni ha deciso che era arrivato il momento di lasciare il lavoro da dipendente per reinvertarsi con una strada nuova…..tra 4 mesì compirò anche io 40 anni, chissà se questo è stato un segno del destino che ha cercato di dirmi qualcosa 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.